LE INTERVISTE AGLI ESPERTI

Ogni epoca ha le proprie domande caratterizzanti: “I vaccini fanno venire l’autismo?” “I social network fanno bene o male?” “Cosa ci capita mentre facciamo meditazione?” “Cos’è e che effetti ha il buco nell’Ozono?”.

Domande che fanno parlare le persone, interrogarsi sulla veridicità ed accuratezza delle numerose informazioni disponibili per ottenere una risposta o più risposte. Quando queste domande hanno a che fare con la scienza, così intesa nelle sue particolari discipline (e.g., fisica, medicina, psicologia, matematica, ingegneria ecc..), la risposta dovrebbero darla coloro che la scienza la fanno in prima persona, la costruiscono, la maneggiano quotidianamente e sanno raccontarla nel dettaglio, scoprendo tutti i risvolti nascosti di un lavoro di ricerca.

Giuseppe Riva: applicazioni cliniche e non della realtà virtuale

Esclusiva intervista al Prof. Giuseppe Riva, uno dei maggiori esperti al mondo di Realtà Virtuale. Il Prof. Riva è Ordinario di Psicologia Generale presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, nonché Direttore dell'ATN-P Lab (Applied Technology for Neuro-Psychology Lab) dell'Istituto Auxologico Italiano. In questa intervista il Prof. Riva ci offre un'ampia panoramica della Realtà Virtuale e del futuro soprattutto in ambito clinico-riabilitativo.

Michele Maisetti: La ricerca sulla mente in azienda

The Way apre le porte alla Mensior srl con il Dott. Michele Maisetti che presenta l'innovativo prodotto "Value my brain" (https://www.mensior.com/) tramite il quale è possibile misurare le onde cerebrali per verificare le condizioni di lavoratori tramite un innovativo elmetto da lavoro con un elettroencefalogramma integrato.

Andrea De Giorgio: La mente mente. Chi siamo quando nessuno guarda.

Prof. De Giorgio, associato di Psicologia fisiologica e delle emozioni presso l’Università eCampus,  ha pubblicato un interessante libro proprio sulla mente. Quante volte ci è capitato di spostarci da una parte all'altra della casa e di colpo chiederci: "Cos'è che dovevo fare?". O di avere quella musica in testa che non vi lascia in pace? Ebbene, tutto ciò è frutto di una mente iperattiva, che schizza da un pensiero a un altro come una pallina da flipper, fuori dal nostro controllo e spesso dalla nostra consapevolezza. La cosa assurda è che la stessa mente di cui siamo schiavi è al contempo il mezzo che ci serve a gestire la nostra vita. Come la mettiamo? Il libro che presentiamo esplora il funzionamento - a volte paradossale - della mente, cercando di fornire gli strumenti adatti a riportarla sotto il controllo della nostra volontà.

Daniela Calabi: Design della comunicazione

Intervista alla Prof.ssa Daniela Calabi del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano. La Professoressa ci introduce nell'affascinante mondo del design della comunicazione composto da una integrazione importante di discipline e saperi verso una sempre più profonda e completa esplorazione della mente e della sua espressione umana.

Desirèe Colombo: Esperienza di Dottorato di ricerca Marie Curie in Spagna

Desirèe Colombo ci racconta la sua personale esperienza al prestigiosissimo dottorato Marie Skłodowska-Curie che con il programma "Innovative Training Networks" unisce in AffecTech 15 Dottorandi da tutta Europa per l'eccellenza in un'area di sicuro interesse: emozioni, mente, cervello e tutto ciò che circonda il tema. Il progetto AffecTech: https://www.affectech.org/ Il Marie Sklodowska Curie Actions (MSCA): https://www.apre.it/ricerca-europea/h...

Brenda Cervellione: Gli operatori dell'emergenza. Fattori di rischio e di protezione

Brenda Cervellione è una psicologa clinica. L'attività di ricerca di Brenda è nell'ambito della psicologia della salute, nella psicologia dell'emergenza e nella psicotraumatologia. Brenda ha analizzato i fattori di rischio e di protezione negli operatori dell'emergenza. Attualmente sta frequentando una specializzazione sulla Terapia Gestalt presso l'Istituto di Gestalt H.C.C. Italy.

Emanuele Giusti: I fattori psicologi correlati al dolore cronico

Emanuele Giusti è uno psicologo clinico. Lavora presso l’Istituto Auxologico Italiano e si occupa di riabilitazione. L’attività di ricerca di Emanuele è concentrata principalmente sullo studio dei fattori psicologici di rischio per lo sviluppo di dolore cronico, sulla riabilitazione in pazienti affetti da patologie polmonari e sui trattamenti psicologici per l’obesità.

Annalisa Soncini: progetto di dottorato tra psicologia sociale e dell'educazione

Annalisa Soncini, dottoranda all’Università degli Studi di Bologna e in collaborazione con il laboratorio di psicologia sociale dell’Università di Losanna, racconta il suo progetto di dottorato ed il suo percorso universitario e professionale. Il suo progetto di ricerca ha l’obiettivo di intervenire concretamente sul contesto didattico, indagando come poter ridurre i danni che la valutazione numerica provoca sui bambini, attraverso strategie di gestione positiva dell’errore e di cura della componente relazionale da parte dell’insegnante verso la classe. Ma nel concreto, che cosa fa un dottorando? Come si arriva a scegliere questo percorso? Quali sono gli aspetti positivi e negativi? Annalisa racconta la sua esperienza personale da dottoranda.

Silvia Serino: anosognosia e abilità spaziali

Silvia Serino, grazie ad una borsa di studio Marie Curie, si trova a Losanna nel MySpace Lab diretto dal Professor Andrea Serino e si occupa del progetto “VirtualSynk”. Il progetto di ricerca ha l’obiettivo di studiare i meccanismi cognitivi che stanno alla base del disturbo di anosognosia nei pazienti con demenza di Alzheimer.

Augusto Chioccariello: coding e didattica a distanza

Augusto Chioccariello è ricercatore presso l’Istituto per le Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche a Genova. I suoi interessi di ricerca riguardano: strumenti per apprendere, comunicazione e collaborazione mediata dal computer, micromondi per l’apprendimento di concetti scientifici. L’attività di ricerca in corso è focalizzata sullo studio delle potenzialità dell’uso di kit robotici come strumento per imparare giocando.

Edoardo Aiello: neuropsicologia e malattia del motoneurone

Edoardo Nicolò Aiello è dottorando in Neuroscienze Cliniche presso l’Università Bicocca di Milano. I principali interessi di ricerca si concentrano nell’ambito della neuropsicologia del linguaggio nei disturbi neurodegenerativi e nell’ambito della psicometria per la neuropsicologia clinica e sperimentale.

Javier Fernández-Álvarez: la tecnologia in psicoterapia

Javier Fernández-Álvarez è ricercatore presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano nell’ambito della psicologia clinica, e lavora attualmente al progetto AffecTech, una rete di ricerca internazionale che sviluppa tecnologie sanitarie accessibili e all’avanguardia, per sostenere e supportare i pazienti che soffrono di disturbi affettivi.

Sara Giovagnoli: i disturbi specifici dell'apprendimento (DSA)

Sara Giovagnoli, ricercatrice nell’ambito dei DSA, spiega le ricadute che questi disturbi hanno non solo sul piano cognitivo dei ragazzi, ma anche su quello emozionale, soffermandosi in particolar modo sull’importanza dell’individualizzazione degli interventi per questa tipologia di disturbi e sulla necessità di una riorganizzazione scolastica al fine di supportare coloro che presentano questa problematica.

Laura Freina: le tecnologie aiutano i pazienti con Alzehimer

Laura Freina è ricercatrice presso l’Istituto per le Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Genova. Negli ultimi anni, la sua attività di ricerca si è focalizzata principalmente sul pensiero computazionale nella scuola dell’obbligo e su un progetto finanziato dalla regione Liguria per la creazione di un sistema che consenta di monitorare persone che sono potenzialmente a rischio di sviluppare l’Alzheimer.

Stefania La Rocca: stimolare e addestrare la memoria episodica

La memoria episodica riguarda gli eventi di vita personali che hanno una collocazione nello spazio e nel tempo. Durante l’invecchiamento sano i ricordi tendono a modificarsi e a perdere alcuni dettegli specifici che li caratterizzano (come per esempio informazioni relative al luogo e al periodo in cui uno specifico evento è accaduto). Ma come può essere stimolata e mantenuta attiva? Come la percezione che si ha dell'invecchiamento influenza i processi di memoria? aPer approfondire queste tematiche, seguite l’intervista di Stefania La Rocca, dottoranda presso l’Università Milano Bicocca.

Cosimo Tuena: riabilitare l'anziano navigando in una città virtuale

I sistemi di Realtà Virtuale sono strumenti tecnologici in grado di offrire molti potenziali vantaggi alla ricerca e all'intervento nell'ambito della psicologia, e rappresentano un vero e proprio cambiamento radicale all'interno dell’esperienza mediale in quanto il soggetto, da osservatore di un’azione, ne diventa protagonista. Cosimo Tuena, dottorando di psicologia presso l'Università Cattolica, mette in luce le potenzialità che derivano dall'implementazione e dall'utilizzo delle tecnologie virtuali nella riabilitazione della memoria spaziale in pazienti anziani che presentano deterioramento cognitivo.

Alessandro D'Ausilio: sintonia tra cervelli in conversazione

Alessandro D'Ausilio è dal 2017 Professore Associato del Dipartimento di Scienze biomediche e chirurgico specialistiche presso Sezione di Fisiologia umana, Università degli Studi di Ferrara. Nel 2003 si laurea in Psicologia Sperimentale presso la Sapienza di Roma, conseguendo nella medesima sede il dottorato di ricerca in Psicologia Cognitiva e Neuroscienze, nel 2007. Concluso il dottorato, inizia un primo Post-Doc di tre anni presso l’università di Ferrara, per poi andare a Genova presso l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), i primi 2 anni come Senior Post-Doc e i 5 successivi come Ricercatore Team-Leader. A partire dal 2016 si trasferisce presso il nuovo centro IIT (Center of Translational Neurophysiology for Speech and Communication) di Ferrara

Sabrina Panesi: memoria di lavoro e funzioni esecutive nei bambini

Sabrina Panesi è laureata in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione presso l'Università degli Studi di Genova ed è assegnista di ricerca presso l'Istituto per le Tecnologie Didattiche (ITD) dal 2016. Attualmente collabora ad alcuni progetti di ricerca nazionali ed europei coordinati da ITD, tra cui il progetto regionale SHAREFUN: ambiente online per la condivisione di materiali e conoscenze per lo sviluppo delle Funzioni Esecutive in bambini con svantaggio socio-culturale o disturbi evolutivi.

Denominazione: THE WAY
P.IVA: 11525760960 - C.F.: 11525760960

Domicilio fiscale:
Via Pier Paolo Pasolini 84 - 20151 Milano (MI)

Telefono: +39 366 717 5081
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.